Arylic S50 Pro+ Recensione configurazione e prova d’ascolto

Qualche mese fa ho messo gli occhi su questo Arylic S50 Pro+, uno streamer di rete piuttosto economico ma con un potenziale, almeno sulla carta, molto interessante. Quando Arylic mi ha contattato per propormi di provare questo piccolo streamer ho accettato con molto entusiasmo e curiosità di provare questo dispositivo.

Arylic S50 Pro+

Voto Complessivo

Streamer Low Cost con alcune limitazioni

Uno streamer dal costo contenuto ma con qualche limitazione software che, se risolta farebbe aggiungere una stella a questa recensione.

3

Arylic S50 Pro+: descrizione e caratteristiche

Questo piccolo streamer (12 x 11.3 x 3.7 cm) ha un design semplice ma gradevole e rifinito, con un bel display OLED monocromatico che mostra le informazioni di riproduzione. A sinistra del display è presente il Led di accensione e alla sua destra il ricevitore IR per il telecomando che vi servirà solo per accendere il dispositivo.

Arylic S50 Pro+ retro

Nella parte posteriore troviamo una vasta scelta di connessioni, partendo da sinistra: antenna Bluetooth (5.0), Trigger out, ingresso di linea a cui collegare un qualsiasi dispositivo analogico (che verrà però digitalizzato), uscita coassiale per sub woofer, ingresso SPDIF ottico, uscita di linea, uscite digitali (Coassiale ed Ottica), connettore RJ45 Ethernet, ingresso USB per collegare chiavette o Hard Disk, antenna WIFI e ingresso di alimentazione 12V/1A.

Come prima cosa occorre sottolineare che il Trigger out in un dispositivo di questa fascia di prezzo è davvero una chicca, in seconda battuta anche l’uscita per il sub woofer è un’ interessante caratteristica per chi desidera creare un sistema 2.1.

Per quanto concerne le caratteristiche tecniche questo streamer è dotato di un DAC ESS9023 con capacità di decodifica fino a 192khz/24bit, Bluetooth 5.0 con supporto ad aptX HD per ricevere l’audio in ingresso da dispositivi mobili o pc portatili.

L’applicazione per il controllo si chiama 4STREAM ed è compatibile sia con Android che iOS, tramite tale applicazione sono disponibili i diversi servizi di musica in streaming (Spotify, Tidal, Qobuz, Amazon Music, Deezer ed altri) nonché tre App per ascoltare le Internet Radio : TuneIn, iHeartRadio, InternetRadio.

Completano il tutto AirPlay, DLNA, UPnP e il supporto a tutti i principali formati di file: mp3, FLAC, ALAC, APE ecc.

Arylic S50 Pro+ Configurazione Iniziale

Come potrete immaginare, dalle caratteristiche appena sciorinate l’hype era altissimo, per cui una volta montato e collegato il tutto ho acceso il dispositivo per la configurazione iniziale. Ovviamente la prima cosa da fare sarà quella di collegare lo streamer alla rete tramite l’applicazione 4STREAM, questo passaggio non è stato subito intuitivo pertanto ho deciso di dedicare il successivo paragrafo proprio a questa configurazione.

Arylic S50 Pro+: connessione alla rete WIFI

Per connettere questo streamer alla rete WIFI di casa è necessario connettersi con il proprio Smartphone/Tablet (dove avete precedentemente scaricato l’app 4STREAM) alla rete “SoundSystem” creata dal dispositivo, questa connessione sarà solo temporanea e servirà per la configurazione iniziale. Attenzione: Android vi segnalerà che la connessione non ha accesso a internet: è fondamentale selezionare “resta connesso” (e anche “non chiedermelo di nuovo”) affinché la configurazione vada a buon fine. Una volta stabilita la connessione bisognerà andare sull’app 4STREAM, selezionare la propria rete WIFI e inserire la relativa password, una voce sintetica femminile, oltre che il display, vi segnaleranno l’avvenuta connessione.

Come detto in precedenza il processo è un po’ più farraginoso di quanto mi aspettassi, e mi sono più volte chiesto perché Arylic non abbia messo un bellissimo tastino WPS!

Una volta connessi alla rete WIFI il grosso della configurazione ce lo siamo lasciata alle spalle, resta solo da autenticarsi al servizio di musica in streaming al quale siamo abbonati, operazione che è risultata semplicissima.

L’applicazione 4STREAM

L’applicazione per il controllo e la gestione del dispositivo è ordinata e visivamente ben fatta, tuttavia a mio avviso ha alcuni bug fastidiosi e nel complesso mi sembra un po’ acerba. Facendo un paragone diretto con l’App MusicCast di Yamaha, che utilizzo con il mio sintoamplificatore, trovo 4STREAM più veloce nell’esecuzione di alcuni comandi, ma decisamente meno curata sotto altri aspetti come ad esempio le informazioni sui brani/album in riproduzione.

CREDITS: Arylic

Arylic S50 Pro+: Prova d’ascolto

Passiamo finalmente alla prova d’ascolto, ho dato in pasto a questo piccolo streamer di rete diversi generi musicali: dal nuovissimo Jacob’s ladder di Brad Mehldau ai Supertramp con Breakfast in America, con un rapido passaggio da Bach e Wagner fino agli Alt+J.
Nel complesso l’ascolto è stato piuttosto piacevole, il suono è abbastanza ricco e dettagliato e la dinamica mi è sembrata soddisfacente.

Per metterlo in diretto confronto il Topping 50D ho collegato l’uscita ottica dell’ Arylic all’ingresso del Topping e, con mio grande stupore, ho letto sul display del Topping D50: 44.100Hz – 00Bit. No, purtroppo non è un refuso, erano segnalati 0 bit di risoluzione! Inoltre il brano che stavo ascoltando era segnalato come HD, quindi di certo superiore ai 44.100Hz! A nulla è servito connettere i dispositivi tramite cavo coassiale.

In ogni caso ho proseguito l’ascolto con il Topping e ho notato un generale miglioramento del suono, per quanto non così marcato come mi sarei aspettato. I miglioramenti più significativi, alle mie orecchie, sono stati un discreto miglioramento nella dinamica e nell’immagine stereofonica/spazialità.

Riguardo il problema di campionamento ho contattato immediatamente il supporto Arylic, che si è dimostrato molto disponibile, e mi ha purtroppo confermato che lo streamer in uscita effettua un down sampling del segnale audio. Questa cosa mi ha davvero lasciato l’amaro in bocca ed è sicuramente il più grande handicap di questo prodotto.
Confido nel fatto che possa essere implementata l’uscita ad alta risoluzione con futuri aggiornamenti del firmware, ma non ho ricevuto informazioni al riguardo di Arylic.

Se vuoi ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli attiva le notifiche dalla campanellina rossa. Se invece vuoi ricevere le migliori offerte di prodotti HiFi, dischi e Home Enterteinment puoi seguire il canale Telegram “Audio Addiction” cliccando sul tasto qui in basso. In questo modo resterai aggiornato sui nuovi articoli, le recensioni, ma soprattutto sulle offerte esclusive di prodotti Audio e Hifi su Amazon e altri negozi online.

Prova d’ascolto in Bluetooth

Non ascolto mai musica in bluetooth dall’impianto, per cui ho provato la connessione Bluetooth per guardare video su youtube dal pc portatile, che potrebbe essere uno scenario d’usco comune.

La connessione è stata facile e veloce, il collegamento è stabile, da questo punto di vista è assolutamente promosso. Riguardo l’aptX HD, non essendo in possesso di altri dispositivi che lo supportino non posso darne un giudizio.

Prova d’ascolto da SSD USB esterno

L’ultima prova d’ascolto ha riguardato l’uso di un disco SSD USB 3.0 caricato a pallettoni musica liquida, 200Gb circa. Forse ho esagerato e il povero Arylic S50 Pro+ si è più volte inceppato se non addirittura andato in crash. A ben vedere il manuale a pagina 3 parla di “Play Music from USB Pen Drive”, quindi è probabile che un Hard Disk risulti indigesto al sistema. Non mi sorprende, il mio sintoamplificatore Yamaha neanche vede il disco!

Se volete ascoltare i vostri file musicali vi consiglio quindi di utilizzare il computer e il protocollo DLNA o un NAS/Media Player di rete.

E le internet Radio?

Ascolto molto spesso alcune internet Radio, soprattutto Radio Paradise, di cui ho già parlato nell’articolo sul formato FLAC linkato sopra. Sotto questo aspetto l’applicazione 4STREM si comporta egregiamente, anche meglio di MusicCast, le tre app dedicate alle internet Radio funzionano bene in particolare la ricerca delle “stazioni” è veloce e i risultati coerenti. Ho trovato tutti e tre gli stream di Radio Paradise e TuneIn consente di impostare un URL personalizzato, in tal modo ho potute inserire l’URL del flusso in FLAC di Radio Paradise.

Arylic S50 Pro+ VS Daphile

Talvolta leggo dei confronti assurdi fra dispositivi, questo Arylic non si può certamente paragonare ad altri streamer di rete di fascia di prezzo superiore, dev’essere paragonato a soluzioni low cost come un PC con Daphile o Volumio.
Del secondo non posso parlarne in quanto ne sono sprovvisto, ma possedendo un PC con Daphile posso assicurare che la comodità e velocità dell’Arylic ripaga tutte le sue mancanze. Naturalmente Daphile vince a mani basse in fatto di qualità, ma ricordiamoci che necessita di un DAC esterno e la configurazione è tutt’altro che veloce, inoltre i tempi di avvio, caricamento e ricerca sono di un’altra epoca!

Un’altra caratteristica assente è l’accensione tramite App: bisogna per forza usare il telecomando per mettere in stand-by e/o “riesumare” l’Arylic.

Considerazioni Finali

Per dare un giudizio complessivo di questo streamer dobbiamo necessariamente tenere in considerazione il prezzo di circa 200€ ma che spesso scende sotto i 190€. Tuttavia non possiamo non fare i conti con le lacune evidenziate, in particolare il sottocampionamento e l’applicazione non sempre perfetta.
Consiglio questo streamer a chi vuole aggiornare il suo impianto spendendo poco, in particolare se non siete interessati all’ascolto in alta risoluzione. Per tali ragioni ho deciso di aggiungerlo nel segmento più economico della lista dei migliori streamer di rete, malgrado i difetti evidenziati è difficile trovare un’alternativa in questa fascia di prezzo.

Arylic Ricevitore audio WiFi e Bluetooth 5.0, preamplificatore aptX HD con ESS Sabre Dac AKM ADC multiroom / multizone, ricevitore audio WiFi wireless con Airplay, Spotify Radio-Up2stream S50 Pro

229,99  disponibile
Amazon.it
as of 21 Maggio 2022 10:53
Arylic S50 Pro+

usa il codice SSIT10 per ottenere il 10% di sconto sul sito Arylic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.