Advance Acoustic X-A160: Tanta potenza e bellezza

160w a 8 Ohm che diventano 240w a 4 Ohm in Classe AB, questi sono i valori di picco di questo finale di potenza “Made in Paris”. Il tutto “impacchettato” in un design moderno e accattivante. Quello che stupisce di più è sicuramente il prezzo, assolutamente abbordabile in rapporto alla qualità.

Advance Acoustic X-A160: Classe AB o Classe A?

Iniziamo dai suoi 160w che di questi tempi, abituati ad amplificazioni in Classe D da 400w per canale, sembrano pochi. Vi posso garantire che ne userete (raramente) la metà, sempre che non vogliate ritrovarvi il vicino con gli occhi iniettati di sangue che bussa alla vostra porta come Jack Nicholson in “Shining”. Di questi 160w, ben 45w sono in pura Classe A. Ciò si ottiene spostando lo switch del pannello posteriore su “High Bias”. Tutti gli amplificatori in Classe AB possono infatti lavorare in Classe A, e viceversa. Se vi interessa approfondire tecnicamente l’argomento vi rimando a questo articolo.

Una tale potenza è sufficiente a garantire un’ eccellente dinamica, una bassa distorsione, e una riproduzione fedele di tutto il range frequenziale.

Prima di continuare questa recensione, ti invito ad attivare le notifiche del sito, e a seguire il canale Telegram “Audio Addiction” cliccando sul tasto qui in basso. In questo modo resterai aggiornato sui nuovi articoli, le recensioni, ma soprattutto sulle offerte esclusive di prodotti Audio e Hifi su Amazon e altri store online.

Ingressi Bilanciati

A dare ancora più valore a questo Advance Acoustic X-A160 sono gli ingressi bilanciati XLR, selezionabili dal pannelo posteriore tramite un’apposito switch a levetta. Una scelta che va incontro all’attuale tendenza del mondo HiFi.

Il Frontale

Advance Acoustic X-A160 amplificatore finale

Parlando invece della parte frontale, in acrilico, sicuramente la bellezza estetica è la prima cosa che salta all’occhio. Essenziale, elegante e massiccio. Tutto ciò che serve ad un finale degno di questo nome. I due grossi VU-Meter ci riportano all’epoca d’oro dell’ Alta Fedeltà. A gloriosi finali di potenza, come gli Hitachi HMA o il Technics SE-A7000.

Hitachi HMA-8500 Mk II
Hitachi HMA-8500 Mk II
Technics SE-A7000

Descrizione Tecnica

Advance Acoustic X-A160 amplificatore finale

Partiamo dall’alimentazione: un toroidale da 700w, ci assicura che la corrente verrà distribuita a palate ai transistor di uscita.

Questi ultimi sono ON Semiconductor NJW0281G e NJW0302G di tipo BJT. La componentistica utilizzata, assicura Advance Paris, è tutta di tipo “audio grade”.

Pannello Posteriore

Advance Acoustic X-A160 amplificatore finale

Nel pannello posteriore troviamo gli ingressi: sbilanciati RCA e Bilanciati XLR selezionabili tramite switch. Il selettore per il Bias e quello per il dimming dei VU-Meter. Infine troviamo il “Trigger Input” per sincronizzare l’accensione del Advance Acoustic X-A160 con il preamplificatore o altri dispositivi.

La distorsione inferiore allo 0,07%, il rapporto segnale/rumore è superiore a 120dB. Il consumo massimo è di 500w, mentre in standby è inferiore 0,5w.

Tutte queste caratteristiche “di peso” hanno anche conseguenze sulla massa (intesa come chilogrammi), che si attesta a 20Kg.

Advance Acoustic Amplificatore X-A160

 non disponibile
Vedi su Amazon.it
Amazon.it
al 4 Luglio 2020 09:56

Advance Acoustic X-A160: Quale preamplificatore abbinare?

Il suo compagno naturale è l’ Advance Acoustic XP500, di cui trovate una recensione qui. Ma nulla vieta di accostarlo ad altri preamplificatori, come l’eccellente valvolare Vincent SA-T7.

Giorgio Ragusa

Tecnico del suono, bassista, e appassionato di musica. Fondatore dei magazine "Soundscape" ed "HiFi per tutti". Ideatore di "Podcasting Facile", il primo servizio professionale in Italia dedicato all'editing e ottimizzazione audio dei podcast.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.